Gatto Persiano: carattere e prezzo

Gatto Persiano: carattere e prezzo

Il gatto Persiano è una razza interamente creata dall’uomo o per meglio dire dagli allevatori. La base di partenza è il gatto Angora Turco. Gli allevatori di gatti britannici iniziarono la selezione usando gatti "francesi", i quali avevano, al contrario dell’Angora Turco,  una corporatura  robusta, con arti bassi, testa arrotondata, occhi rotondi e naso più corto, pelo lungo e morbido, con presenza di sottopelo lanoso e fitto. Questa nuova razza, definita Persiano, conquistò subito un clamoroso successo, tanto da entrare  nei castelli reali inglesi.

Nel 1889 venne definito il primo standard che nel corso degli anni venne a mano a mano modificato fino ad arrivare all’ultima stesura definita “Persiano a faccia di pechinese”.

La Fédération Internationale Féline (FIFE)  ha suddiviso in 3 gruppi il gatto Persiano, indicando per ognuno una precisa ripartizione di colore: il Persiano Bicolore con due terzi di colore solido e un terzo di bianco; il Persiano Arlecchino ha cinque sesti di mantello bianco mentre il colore copre un sesto della superficie; il Persiano Van con chiazze di colore solo sulla testa e sulla coda.

Descrizione fisica del gatto Persiano

Il gatto Persiano ha il corpo tozzo e corto con un’ossatura grande e una buona muscolatura pronunciata. È un gatto dal corpo massiccio con il petto largo e muscoloso.

Il maschio è molto più grande della femmina, il primo può pesare fino a 7 kg mentre la femmina pesa 3,5 kg.

La testa del gatto Persiano è tonda e massiccia, senza angolature, la fronte è ampia e le guance sono paffute. Le orecchie sono piccole, poco aperte alla base e con la punta arrotondata. Gli occhi sono rotondi e grandi di un colore molto intenso.

Le zampe, come il corpo, sono corte e muscolose, sono ricoperte dal pelo lungo e folto. I piedi sono larghi e rotondi. La coda è lunga (dai 20 ai 30 cm) ed è molto pelosa, come il resto del corpo.

Il mantello è lungo, è un gatto a pelo lungo, la lunghezza del pelo è di circa 20 cm. Ancora, il pelo è spesso, lungo e folto. 

È un gatto molto longevo, può vivere anche 19 anni.

I colori del Persiano

Il gatto Persiano è accettato in quasi duecento combinazioni di colori a seconda delle pezzature e dei disegni. I colori principali di colori sono:

- Solid: il pelo ha un colore uniforme a partire dalla radice fino alla fine del mantello, senza alcuna striature. I colori variano dal nero al bianco, blu, chocolate, lilac, rosso e crema. Il colore del tartufo e dei cuscinetti plantari rispetta il colore del mantello, tranne che per la varietà bianco e crema che sono rosa. Il colore degli occhi è sempre  rame o arancio fatta eccezione dei gatti Persiani bianchi che possono presentare anche occhi diversi o impari (un occhio arancio e uno blu o color rame) o entrambi color rame o blu, questi ultimi però spesso comportano  sordità fin dalla nascita, a causa di un fattore genetico; invece gli impari con occhio blu, possono risultare sordi dall'orecchio adiacente all'occhio blu.

- Tabby: hanno i tratti tipici del gatto selvatico. Ci sono diverse varianti del disegno del mantello, esempio il Blotched, che ha dei disegni a forma di cerchi concentrici più evidenti sui fianchi, grazie a tre linee ben marcate sul dorso e  striature parallele sulla testa, zampe e coda; il Tigrè (o Mackerel), caratterizzato da striature su muso, zampe, coda e dorso molto più leggeri e fini rispetto alla varietà precedente, sui fianchi presenta linee verticali e parallele; lo Spotted, caratterizzato da macchie tonde sui fianchi e leggere striature su muso, zampe e coda. I tabby sono riconosciuti nei colori nero, blu, chocolate, lilac, rosso, crema, tortie (squama di tartaruga) nero, tortie blu, tortie chocolate, tortie lilac. Tutti questi colori sono riconosciuti anche con la base del mantello argentata e vengono detti, in base al colore del mantello, Silver o Cameo. Gli occhi devono essere sempre arancio.

- Chinchilla: ha un aspetto lucente; ne esistono quattro sottovarietà: il Chinchilla Silver, caratterizzato dall'avere gli occhi verdi, con palpebra, tartufo nasale e labbra cerchiati del colore della pigmentazione del mantello, generalmente nero o più raramente blu, chocolat o lilac. Essi hanno la base del mantello bianco argento, tranne sulla punta, dove è nero o più raramente blu, chocolat o lilac. Il Chinchilla golden, caratterizzato dal mantello color crema caldo e intenso, dandogli un aspetto dorato. Gli occhi, le labbra e il naso sono contornati di marrone. Il tartufo è rosa scuro; i cuscinetti plantari sono marroni; il colore degli occhi è verde o 

verde blu. Le varietà Shaded silver e Shaded golden sono generalmente più scure.

- Parti-color: hanno la caratteristica di essere in alta percentuale di sesso femminile; i colori in questo caso sono miscelati tra loro e possono avere le seguenti tonalità: tortie nero, tortie blu (blu-crema), tortie chocolate, tortie lilac. Gli occhi devono essere di color arancio.

- Colorpoint:  il mantello le stesse sfumature del  gatto Siamese, cioè il colore si è più nelle zone dove la temperatura è inferiore: muso, orecchie, zampe, coda, testicoli nei maschi. Il resto del corpo è di una tonalità chiara, che va dal bianco al beige, a seconda dei colori che sono: seal point, blu point, chocolate point, lilac point, red point, cream point, seal tortie point, blu tortie point, chocolate tortie point, lilac tortie point. I colori sono riconosciuti nel disegno Tabby sulla concentrazione di colore mentre gli occhi devo essere blu.

- Bicolor: è formato da un unico colore e dal bianco. Ci sono tre differenze: i Bicolori o Tricolori, Arlecchino e Van. I Bicolori Van presentano un mantello bianco con colorazione all'estremità, sono consentite anche una o due pezzature sul corpo. I colori  permessi oltre al bianco sono: nero, blu, crema,  chocolate, rosso,  lilac e tortie. Le pezzature possono essere Solide o Tabby. Gli occhi devono essere arancio ma esistono anche situazioni rare in cui sono ammessi  glio cchi impari.

- Smoke: il gatto  fermo presenta un colore uniforme, ma quando si muove appare il contrasto con la chiarissima radice del pelo. Il pelo dunque è colorato solo in una parte del mantello. Nella sottovarietà Shaded il pelo è colorato solo per un terzo; nello Shell la pigmentazione si riduce ad un ottavo. Gli occhi devono essere sempre arancio.

Cure del gatto Persiano

Il gatto Persiano è un gatto a pelo lungo quindi abbisogna di molte cure per mantenere il pelo libero da nodi e sano. Il suo mantello deve essere pettinato e spazzolato quotidianamente; questa può sembrare un operazione semplice, ma si sa che i gatti sono autonomi e bisogna abituare il gatto Persiano sin da cucciolo ad essere lavato e spazzolato tutti i giorni. Anche gli occhi di questa razza sono particolarmente delicati per cui hanno bisogno di essere puliti tutti i giorni per prevenire le pieghe cutanee.

Gatto Persiano: prezzo

il prezzo di un gatto Persiano è di circa 500/600 euro, ovviamente il prezzo può variare al variare di alcuni fattori: tipo di gatto: da esposizione, da riproduzione, etc è bene comunque partire da questa base e poi sentire le ragioni di un prezzo più alto o più basso. Bisogna diffidare o meglio, stare attenti a prezzi troppo alti o troppo bassi.