Bobtail Giapponese, in realtà un gatto cinese

Bobtail Giapponese, in realtà un gatto cinese

Il Japanese Bobtail è un gatto considerato sacro e magico in Giappone, in realtà fu esportato dalla Cina verso il Giappone intorno all’anno 1000 d.c..

La storia dei gatti nel paese del Sollevante è ricca di storia e di superstizione, i gatti erano al centro delle arti letterarie e figurative.

Furono importati negli USA nel 1968 e di li in poi diffusi in tutto il mondo; tre anni più tardi il Bobtail giapponese venne riconosciuto dalla CFA, mentre i primi esemplari conobbero l’Europa solo negli anni ottanta.

Caratteristiche fisiche del Bobtail giapponese

Questa razza di gatti orientali è di media grandezza, molto snelli e atletici, infatti sono agili e buoni saltatori. Gli occhi sono grandi, possono essere di qualsiasi colore purché ben distanziati, la loro forma è ovale. La coda è corta e non deve superare i 10 cm al massimo ed è arrotolata su stessa. Le zampe sono lunghe, sottili e ben definite e quelle posteriori sono più alte rispetto a quelle anteriori; questa caratteristica permette al Bobtail giapponese di essere un gran saltatore. Il pelo è corto e sottile, privo di sottopelo. Esistete anche una varietà a pelo semi lungo. La vita media è di circa 13 anni.

Varietà di colori

Sono accettate tutte le colorazioni, ma i più diffusi sono gli esemplari con mantello bianco con poche e ben marcate macchie di colore. Gli occhi della razza non hanno limitazioni e sono ammessi anche gli esemplari con occhi impari (di colori diversi).

Carattere

Il Japanese bobtail è una razza socievole sia con gli estranei sia con i famigliari. Gioca volentieri e cerca di comunicare modulando la voce in delicati vocalizzi. Raffinato, elegante e seducente, sono dei felini dall'aspetto e dal carattere particolare. È un gatto che ha bisogno sempre di stimoli quindi il gioco deve far parte delle routine giornaliera. Affettuoso e molto intelligente, si adatta sia alla vita in casa che alla vita all'aperto.

Allevamenti di Bobtail Giapponese

Il Piccolo

MurMur